Viaggi nel mondo

Cose da visitare a Berlino in quattro giorni

Berlino è una città che difficilmente riusciremmo a definire con una parola sola. Forse quella che si avvicina un po’ di più è “eclettica“. Perché qui si trova un concentrato di diversità e di stimoli culturali, artistici, musicali e storici tale, che rende difficile contenere tutto in un unico concetto. Berlino è davvero molto estesa e passando con i mezzi pubblici da un quartiere all’altro ci si può impiegare anche un’ora, dettaglio non trascurabile se il tempo a disposizione è poco. Ecco allora qualche idea per programmare un itinerario per il weekend che comprenda le principali cose da visitare a Berlino in quattro giorni.

Dove alloggiare e come muoversi a Berlino

Prima vi diamo un consiglio su dove alloggiare e come muoversi a Berlino: cercate di trovare un albergo quanto più vicino possibile al centro, per esempio nel quartiere di Friedrichshain, meno turistico del Mitte. I mezzi sono straordinariamente efficienti e puntuali. Vi consigliamo di non considerare solo la metro ma di muovervi anche in bus e tram perché spesso sono più comodi per raggiungere certi punti della città (con la metro dovreste fare più cambi).

Le cose da vedere a Berlino

Vi suggeriamo di iniziare dal cuore storico della città, il Mitte, teatro dei principali avvenimenti politici e storici del secolo scorso. Un’eredità pesante che pervade ogni strada, palazzo, piazza e che sentirete sempre fortemente presente nella vostra visita. Il Reichstag, sede del Parlamento federale tedesco, è un edificio mastodontico con una scenografica cupola di vetro (visitabile con prenotazione on line) che offre una bel panorama e che oggi rappresenta uno dei simboli della nuova città.

Ma il monumento che colpirà di più la vostra attenzione è la Porta di Brandeburgo, un arco trionfale, un tempo ingresso reale alla città, che prima segnò la divisione tra Est e Ovest e poi divenne il luogo della riconciliazione dopo la caduta del Muro.

Da qui, nell’elegante Pariser Platz ci si immette nella Unter Den Linden, l’ampio viale che conduce fino all’isola dei Musei. Questa zona è stata quasi completamente ricostruita e qui si concentrano alcuni degli edifici più belli dal punto di vista architettonico, costruiti dall’architetto più celebre di Berlino: Karl Friedrich Schinkel.

Cosa fare a Berlino in quattro giorni

Non dimenticate di vedere l‘Holocaust-Mahnmal, il monumento alle vittime ebree in Europa. Una sorta di labirinto di quasi 3.000 blocchi di cemento di varie grandezze, come tombe, appoggiati su un suolo ondulato che ricorda la forma dei cimiteri ebraici. L’impatto visivo è forte tanto quanto quello emotivo.

Da Unter Den Linden fate una deviazione verso piazza Gendarmenmarkt per ammirare le due chiese gemelle, la Franzosischer Dom e la Deutscher Dom che incorniciano la Konzerthaus Berlin, un magnifico edificio con una grande scalinata d’ingresso.

Questa zona è molto elegante e se vi piacciono i grandi magazzini come Harrod’s fatevi un giro in Friedrichstadtpassagen dove si trovano anche le Galeries Lafayette.

Poco distante da lì vi consigliamo un salto nello store della Ritter Sport, il regno del cioccolato in tutte le sue forme. Qui potete acquistare le tavolette dai gusti più insoliti e originali e addirittura farvele preparare sul momento con gli ingredienti che preferite. Fantastico!

La Berlino più moderna

Un posto da vedere per apprezzare la Berlino ultramoderna e futuristica è Potsdamer Platz sormontata da imponenti grattacieli ed edifici a vetri su cui spicca il Sony Center, centro commerciale con cinema d’avanguardia, dall’architettura elaborata e affascinante.  Sembra di trovarsi a New York o a Tokyo, non in Europa.

Sapevate che in questa piazza si trova il primo semaforo, costruito nel 1961, pensato specificamente per i pedoni? Nella Germania Ovest “l’omino del semaforo” (l’Ampelmannchen) era una semplice figura maschile, mentre a Est era un uomo con un cappello, che col tempo è diventato un brand vero e proprio con cui si sono create linee di abbigliamento e souvenir.

Poco distante dalla piazza si trovano alcune istituzioni culturali meravigliose come il Kulturforum, ma sui musei è doveroso mettervi in guardia: a Berlino ce ne sono migliaia di qualsiasi tipo, età storica e genere. Dovete selezionare accuratamente quello che vi interessa di più e lasciar perdere il resto altrimenti non ne uscirete vivi!

Le attività culturali a Berlino

Il DDR Museum si trova nel quartiere di Alexanderplatz sulle rive del fiume Sprea ed è un museo davvero all’avanguardia perché è totalmente interattivo: qui ci si può addentrare nella vita della Germania dell’Est e vivere da vicino la vita quotidiana al di là del Muro, sotto il regime sovietico.

Si può salire su una vera Trabant, sedersi in un salotto tipico dell’epoca davanti alla tv, rovistare tra i vestiti prodotti con le fibre sintetiche, divenuti poi dei cult come i jeans. La possibilità di toccare le cose, aprire i cassetti, prendere in mano gli oggetti rende l’esperienza del museo davvero d’impatto  e memorabile. Dovremmo proprio prendere a esempio questa modalità di proporre e far vivere la cultura anche in Italia.

Related Articles

Back to top button